Su robertogiannoni.com ci sono post e commenti

06 feb 2014

Abbattiamo le false credenze

Mi capita spesso di sentire più persone in questo specifico caso ciclisti che sono convinti esistano ricette miracolose per raggiungere la forma e andare più forte.
Questo discorso vale sia per l'alimentazione, l'allenamento, i materiali e le strumentazioni varie.
Un solo alimento non potrà mai competere con un piano alimentare corretto, non esistono in commercio integratori che possono modificare una prestazione, così come non esiste un allenamento che faccia andare più forte.
"Ho sentito dire che se usi il misuratore di potenza vai più forte."
"Se prendi i gel in gara rendi il doppio."
"Ho fatto il Tabata e mi sembra di volare."
Se ne sentono di tutti i colori, vediamo di chiarirci le idee.
Alimentazione, per preparare una prestazione si deve partire da lontano, l'ultimo pasto non è mai determinante anche se è molto importante e potrebbe rovinare la gara, una corretta alimentazione dovrebbe sempre essere utilizzata indipendentemente dalla ricerca della performance.
Come mangiare allora, sicuramente nel modo più sano e bilanciato possibile.
Se uno non ha idea di come fare meglio investa dei soldi e si rivolga ad un dietologo preparato, ne trarrà dei vantaggi per sempre.
Sono troppi i luoghi comuni e le false credenze in termini di alimentazione, ne leggo e ne sento di tutti i colori, diete ricche di proteine, abuso di ramificati etc etc, ribadisco se uno non sa è meglio spenda qualche euro e sicuramente saranno i soldi spesi meglio, non parlo solo in termini di percentuale di massa grassa, ma parlo in termini energetici e sicuramente quei soldi saranno recuperati nel risparmio di spese inutili e superflue.
Allenamento, anche qui ne sento tante, sicuramente c'è maggior cultura in merito però errori ne vedo fare ancora tanti, inanzi tutto si deve capire cosa uno vuole da se stesso, se vuole solo pedalare, se vuole gareggiare, le cose cambiano, un ciclotutista potrebbe allenarsi come un agonista ma a questo punto perderebbe lo spirito che lo contraddistingue.
Un agonista dovrebbe documentarsi o affidarsi ad un bravo preparatore, improvvisare va bene fino ad un certo punto, così come uscire a tutta ogni volta che uno pedala.
Non esiste nessun esercizio che faccia andare forte, ci sono tanti esercizi messi insieme che fanno crescere, pensiamo alla costruzione di una casa, ecco fare una bella porta non avrebbe senso se prima non si preparano gli infissi per poterla mettere in opera.
Della strumentazione ho già scritto le mie considerazioni, sono utili per allenarsi con criterio, inutili se si utilizzano solo per vedere che ho spinto 300 watt e il cuore è arrivato a 180 bm.
Il mio consiglio è semplice, documentarsi, sentire parere di gente preparata ed esperta e non prendere tutto per buono quello che si legge o si sente in giro.
 

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per aver commentato.