Su robertogiannoni.com ci sono post e commenti

02 apr 2013

Trofeo Hypo group Lurago d'Erba

Nel giorno dell' Angelo come ormai da tradizione a Lurago d'Erba si corre per il trofeo Hypo group.
Il Bindella è quasi al completo, il richiamo del presidente Piero Bartesaghi è stato accolto ed i "corridori" ci hanno messo il cuore.
Le gare in programma sono due la prima riservata ai gentleman e super la seconda cadetti-veterani.
Il meteo da una tregua per l'evento in barba a tutte le previsioni, un pallido sole si presenta al mattino presto per invogliare anche i più timorosi a mettere il numero sulla schiena, l'aria è gelida, non si può avere tutto.
Ai nastri di partenza si presenta anche il più famoso dei cicloamatori Erbesi Mario Lanza, con una deroga per motivi "lavorativi" come tutti sapete è un coiffeur di fama, riesce a partire nella prima gara, dopo il giro di boa alla rotonda di Erba parte all'attacco e si invola in una fuga solitaria, verrà rivisto all'arrivo, chiudendo con un vantaggio di ben 5'.
Va be se ci avete creduto ricordatevi che ieri era il 1° aprile.
Un saluto a Mario Lanza il cuore del Bindella.
Nella prima gara al via il neo gentleman Lele Riva che onora la maglia.
Nella seconda gara, è qui lo schieramento massiccio del team, io scrivente non ero presente quindi mi baso sui racconti a mo' di "cronista" presi qua e là.
Da qualche giorno l'ambiente intorno al presidente si stava scaldando, i siti meteo erano presi d'assalto, c'è chi sentiva la corsa come gara di casa, c'è chi era all'esordio stagionale e chi non ancora in condizione, chi invece nella prima parte della stagione ha già raccolto ottimi risultati.
Per non fare torto a nessuno oggi voglio elogiare la condotta di gara di Filippo, quello meglio piazzato, non preoccupatevi se non ero a vedere la gara, ho un informatore molto fidato che lo ha seguito metro per metro.
Chi corre con il cuore, chi corre con le gambe e chi usa la testa, solitamente il risultato migliore lo ottiene colui che corre usando la testa, fatica dove serve per arrivare fresco al traguardo.
Ecco Filippo ha interpretato al meglio la gara usando la testa e di questo ne siamo tutti contenti.
Voglio anche elogiare chi si è cimentato per la prima volta in una gara dura dove i partenti sono il meglio del ciclismo amatoriale Lombardo, basta scorrere le classifiche per capire.
Altra citazione la devo al più generoso del Bindella, Davide, corre sempre per gli altri in modo generoso, se solo credesse un pochino in più nei suoi mezzi sarebbe sicuramente nei primi in ogni gara.
I motori sono caldi, la forma incomincia a delinearsi il cambio dell'ora darà la possibilità a tutti di potersi allenare e andando avanti di questo passo mi sento di dire che il Bindella c'è.

 classifiche e foto
 

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per aver commentato.