Su robertogiannoni.com ci sono post e commenti

27 ago 2012

Dove cadono le tattiche

La crono scalata quella disciplina simile al combattimento all'arma bianca.
Niente treni, tattiche e ruote veloci, non ci sono ventagli, nessuno a proteggerti dal vento, non ci si nasconde più dentro la trincea, la tromba suona la carica, 5-4-3-2-1 via, il nemico è il dislivello, tu contro di lui, giù la maschera, le gambe scoppiano, il fiato è corto, il cuore gira al massimo pompando tutto quello che può, la regola è non mollare, se cedi sei finito, la strada non può vincerti, non deve vincerti mai.
Le lancette scorrono veloci, i metri più lenti, non guadare in alto.
Gambe dure, che devono girare il più forte possibile.
Sei tu che devi spingere la baionetta fino all'ultimo centimetro.
Una volta sconfitto il dislivello potrai confrontarti con gli avversari, la giuria è il cronometro, vince sempre il migliore.
Non ci sono scuse!


Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per aver commentato.