Su robertogiannoni.com ci sono post e commenti

14 lug 2012

Capitano cose...

Troppo spesso si va contro natura, capitano cose a cui non c'è una spiegazione logica, non c'è una ragione, non c'è un perché.
Capitano, senza motivo, perché forse era scritto nel destino.
A 18 anni si è ancora troppo piccoli per volare via dalla famiglia in questo modo.
Pensi e ripensi e intanto Valerio ora non c'è più.
Fino a giovedì non lo conoscevo, non seguivo nemmeno come faccio di solito le categorie giovanili, ma la notizia è stata veramente tragica, un figlio del ciclismo, un nostro figlio che avremmo sperato un giorno di applaudire per una volata vincente, per uno scatto in salita, per aver a sua volta applaudito un altro ragazzo che da poco lo aveva battuto per un paio di cm.
Questo ragazzo ci ha lasciato velocemente in modo ingiusto!
Difficile fare finta di nulla e andare avanti dopo questo.
Si piange, si ritorna a mangiare e si riprende la bici, ed a bassa cadenza si riparte perché la vita merita di essere vissuta nel modo migliore, e chi ha la bici nel cuore continua nonostante tutte le avversità a pedalare con la testa alta, non dimenticando mai chi con lui ha condiviso anche solo un attimo di questa passione, il popolo della bici a volte così lontano, spesso in disaccordo, che resta sempre unito nella difficoltà renderà Valerio cosi come tutti gli altri che prematuramente hanno lasciato il vuoto, immortale.

4 commenti:

  1. Grande Roby, bellissime parole.

    RispondiElimina
  2. troppo troppo presto davvero! sia per un ragazzo ciclista che in generale...
    da perfetto sconosciuto mi spiace cmq tantissimo apprendere quasta notizia...
    saluti, davide...

    RispondiElimina
  3. ...che brutta notizia! Forse era davvero scritto nel libro del destino, altro non si riesce ad aggiungere...

    RispondiElimina
  4. Non è nemmeno passata una settimana e un'altro amico ciclista prende il volo verso il cielo, lasciando prematuramente la sua famiglia.
    Questa volta è successo proprio sulle strade dove spesso mi alleno, ogni volta che passerò non potrò non pensare a lui.
    Ciao Giorgio!

    RispondiElimina

Grazie per aver commentato.