Su robertogiannoni.com ci sono post e commenti

07 mag 2011

Giro 2011

Giro 2011, il 44° per me da spettatore ovviamente!
Nel mio anno di nascita vinse il grande Gianni Motta, di lui ho un autografo con dedica fatto fare per mio papà su  una scatola di vino Sardo ad Alghero durante un giro di Sardegna amatoriale in cui entrambi si partecipava.
Tra i ricordi d'infanzia non dimentico anche se non ricordo l'anno il passaggio da Albavilla con Eddy Mercks in maglia rosa, mi portò Luigino un cugino di mio papà che ora sta con lui da lassù a vedere il giro.
Poi molti ricordi sbiaditi fino ad arrivare ai tempi di Saronni, Moser, Contini, Fignon, Visentini,

Chioccioli, Bugno che ancora pensando al suo colpo di pedale mi esalto, per poi arrivare a Miguel Indurain, Berzin, Pantani, Simoni, il giro di Fabio, il falco Savoldelli di lui ricordo la festa con i suoi tifosi dopo la cronometro di Casatenuovo.
Senza dimenticare il tifo fatto per i gregari conoscenti e non della mia zona.
Il giro passato a mediaset con il signor Giacomo (Giacomo Crosa) un vero tormentone che ha caratterizzato quegli anni, forse fu la svolta televisiva del giro d'Italia con Raimondo Vianello a fare studio tappa.
I giri di Adriano De Zan che spesso contestavo per le sue telecronache ma se sento la sua voce me emoziono come non mai.
Il giro dei tifosi, fino a ricordare le tappe in cui ho portato con me il piccolo Christian, la prima volta passai a casa a prenderlo e si presento con la sua bici forse aveva ancora le rotelle, pensava che dovevamo pedalare noi, era la tappa con arrivo a Cantù, fu attratto da tutto, dai mezzi della polizia stradale, penso che per lui era come stare al luna park, quella tappa fu vinta da Lombardi ed in maglia rosa c'era Gilberto Simoni.
Poi il giro del 2005 con partenza ad Albese, con Christian facemmo man bassa di gatget, magliette, palloncini, capellini, alla fine forse ero più bambino io di lui.
Poi i ricordi recenti con la vittoria di Ivan Basso dello scorso anno.
Il giro scrive ricordi e lascia musiche indelebili nella mia mente, le grandi sigle delle trasmissioni televisive forse l'unico evento che mi attacca alla tele con molto interesse, internet aiuta molto ora a non restare a bocca asciutta, mi stavo dimenticando delle radio cronache ricche di entusiasmo e che hanno fatto lavorare l'immaginazioni con i colori del giro.
W il giro!




1 commento:

Grazie per aver commentato.