Su robertogiannoni.com ci sono post e commenti

18 mag 2011

Ciao Wouter 108 forever and ever

"Wouter non se n'è mai andato, è rimasto con noi lungo ogni tappa, diventando il corridore più amato dal pubblico del Giro. Ognuno di noi ha potuto vedere il suo nome sulle strade, il suo dorsale 108 ripetuto senza sosta. Su uno striscione, sui cartelli esposti da un gruppo di bambini, sul tetto di una cascina isolata, tutti in ricordo di Wouter. La sua presenza all'interno del gruppo è diventata sempre più forte. Il suo ricordo ci colpisce e ci affligge in modo diverso, ma c'è un aspetto che ci unisce, ed è quello della sua assenza. Il gruppo non è più lo stesso da quando ha perso un uomo. Ma la sua memoria ci ha avvicinato più di ogni altra cosa, come nessun altro avrebbe potuto fare. Ci incontreremo di nuovo nella prossima corsa. Riposa in pace, Wouter". D. Millar

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per aver commentato.