Su robertogiannoni.com ci sono post e commenti

26 feb 2011

Ancora tu ...

Ancora tu, freddo intenso e insistente che questa settimana ti sei deciso a ricordarci che siamo ancora in inverno. Alla primavera manca ancora un mese e dobbiamo fare i conti prima con marzo pazzerello.

Sabato scorso ne è stato un anticipo, un illusione.
Tutto questo influisce sull'allenamento e sulla voglia di soffrire al freddo, quando si esce una volta o due a settimana diventa molto difficile termoregolarsi bene, l'organismo soffre questi sbalzi.
L'allenamento odierno è stato fatto al fondo lento per evitare di trovarmi poi troppo sudato con l'aria gelida, visto il raffreddore in corso.
Salite corte in Brianza a ritmo lento discese corte per evitare troppo freddo, un allenamento di transizione aspettando l'ora legale per poter dare continuità.
La continuità è fondamentale per poter fare un lavoro allenante e producente, senza un carico costante e minimo non si avranno quegli adattamenti fisiologici per migliorare le prestazioni.
Quindi in mancanza di essa ho si ha una grande forza di volontà per fare lavori indoor oppure si deve aspettare, è inutile massacrarsi con carichi eccessivi una volta alla settimana, rischiando poi magari per il cattivo tempo di restare fermo anche due settimane.

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per aver commentato.