Su robertogiannoni.com ci sono post e commenti

06 lug 2010

Autodromo Monza

In una giornata calda dove pensavo all'aqua fresca da trovare in gara un temporale si è abbattuto sulla pista, la pioggia è servita a rinfrescare il caldissimo asfalto gommato dell'autodromo.
Si parte, entro nella prima fuga, la gamba è buona, nel tratto verso Lesmo il vento è contrario mentre andando verso la parabolica è a favore, un vento non impossibile ma fastidioso, se si resta fuori allo scoperto.
Fuga ripresa e dopo vari tentativi se ne fa la fuga buona e io resto tagliato fuori, in gruppo pedalo facile, troppo, di andare a riprendere i fuggitivi proprio nessuno ne vuole sapere, faccio qualche allungo giusto per andare fuori soglia niente di più, i fuggitivi arrivano e il gruppo fa la volata, mi defilo nelle retrovie per non rischiare nulla.
Non c'è allenamento migliore della gara per raggiungere una buona condizione.

Al ritorno nota negativa, pulizia della bici perché bagnata, questo lo svantagio di andare in bici quando piove.

3 commenti:

  1. se mi dicevi che eri a Monza venivo a fare il tifo!

    Cristina

    RispondiElimina
  2. Volevo venire anch'io, ma purtroppo x impegni di lavoro, nothing...

    RispondiElimina

Grazie per aver commentato.