Su robertogiannoni.com ci sono post e commenti

27 giu 2010

Oleggio

Decido il venerdì di ritornare alle gare, dentro di me c'è sempre un animo agonistico.
Le temperature subiscono una bella impennata dai 12° di domenica scorsa ai 30° di oggi, il caldo mi piace il mio fisico però non si abitua più tanto velocemente, infatti sabato domenica e lunedì ero febbricitante con i bronchi infiammati.
Sono partito motivato convinto di fare una bella gara, la testa c'è, solo quella, le gambe si lamentano subito, ma chi comanda sa dove portarmi, infatti mi ritrovo a chiudere sui primi fuggitivi di giornata e a rilanciare alimentando l'inizio della fuga decisiva.
Siamo in 13, oggi obbiettivamente sono il più scarso dei 13, alla prima tornata tiro sempre, poi il caldo, la mancanza d'allenamento, le poche gare fatte, fanno il resto, devo convivere con i crampi, come due tenaglie mi stringono dapprima il polpaccio destro, poi il sinistro e via, salto i cambi vorrei mollare, prendo qualche parola di troppo, io se ne ho tiro, se non tiro è perchè non sono a tutta ma di più.
All'ultimo giro sulla salitella delle vigne mi stacco, in discesa rientro e resto attaccato con i denti, poi mi butto nella volata e, la morsa dei crampi mi prende anche i quadricipiti, finisco in decima posizione.
Non male visto i crampi e le poche gare nelle gambe.

3 commenti:

  1. Complimenti per la determinazione,il percorso lo conosco benissimo,abito a 5 km. e gli strappi delle vigne se li prendi forte alla lunga ti rimangono nelle gambe.
    Comunque un'ottimo piazzamento.
    Ciao Marco

    RispondiElimina
  2. Grazie Marco.
    Diciamo che se non stai bene nella fuga fatichi ovunque, per mia fortuna sono rimasto attaccato.

    RispondiElimina
  3. Hai dimostrato di avere grinta e determinazione da vendere.

    RispondiElimina

Grazie per aver commentato.