Su robertogiannoni.com ci sono post e commenti

21 mar 2009

Milano Sanremo del centenario

MARK CAVENDISH,
nato all' ISOLA DI MAN il 21/05/1986 professionista dal 2005 ha dato spettacolo nella classica di primavera, con una volata mozzafiato ha bruciato sulla riga il secondo classificato il tedesco Heinrich Haussler che con uno scatto ai 300 mt ha anticipato i velocisti Italiani Petacchi e Bennati.
L'unico a rispondere è stato appunto Cavendish con una esplosione ha raggiunto e superato sulla riga il tedesco.
A questo punto penso che per qualche anno le volate di gruppo dei grandi giri saranno gare aperte a pochi, sarebbe giusto dire non ci sarà più trippa per gatti.
Tornando alla gara invece sembra proprio che tutte le squadre abbiano corso per portare in volata il proprio velocista, al di la della fuga iniziale e della Cipressa fatto a ritmo elevato da Michele Scarponi ed uno scatto di Rebellin seguito da Pozzato sul Poggio, non ci sono stati segni di rilievo.
La media finale è stata elevata anche grazie al vento favorevole ed alle andature mantenute regolari per evitare scatti.
Certo che oggi è mancato Paolo Bettini, l'uomo che avrebbe potuto far saltare il banco.
La prossima edizione sarà una corsa diversa, tutto il lavoro sarà sulle spalle della squadra di Cavendish, e verosimilmente torneranno i cacciatori di classiche a fare le belle imboscate.
Alla fine che dire Cavendisch è un campione tutti dubitavano della sua tenuta sia in salita che sui 300 km, invece ha dimostrato l'esatto contrario, la gara nonostante sia stata super controllata è stata molto piacevole.

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per aver commentato.