Su robertogiannoni.com ci sono post e commenti

01 lug 2008

Fausto Coppi

La settimana di avvicinamento alla gara è stata un susseguirsi di sensazioni opposte...martedì sera faccio quasi 90km,senza forzare ma facendo un buon tempo sulla salita di Valbrona,indice che cmq la condizione è buona.Il giovedì faccio un'altra uscita più tranquilla ed inizio ad avvertire un dolore al polpaccio,non forte ma fastidioso.Venerdì opto x il riposo totale..sabato mattina il peggio:uscita di 40km,sensazione di stanchezza e dolore più acuto..ero abbastanza demotivato..Sabato sera arrivo a Cuneo in compagnia di Gabriele,il dolore alla gamba era decisamente fastidioso,ero deciso a partire ma pronto a ritirarmi se il dolore fosse stato acuto(non volevo procurami qualcosa di più serio pedalandoci sopra).
Opto x un aulin a colazione(alle 5) e mi dirigo verso Cuneo in compagnia di Gabriele ci accomodiamo nella seconda griglia aspettiamo impazienti le 7.00 per il via,dando ogni tanto un'occhiata alle nuvole che minacciano pioggia.
Partenza abbastanza veloce nonostante il tipo di gara e di percorso,c'era già gente in fuga dopo pochi km!Problemi loro..penso a guadagnare posizioni e a portarmi davanti per cercare di prendere la prima lunga salita non troppo indietro.Nei primi 20km veniamo sorpresi da un temporale ma per fortuna prendiamo acqua solo per pochi km.Dopo 45km iniziava la lunga salita al Sampeyre(2300mt 19km di ascesa)Li decido di salire con un buon ritmo,tutta col 24 e a tratti col 27 cercando di stare sopra le 70rpm senza mai andare fuorisoglia.Arrivato in cima decido di comportarmi in maniera saggia:riempio le borracce,metto la mantellina,infilo una barretta in bocca e scendo.Intanto passa qualcuno ma me ne frego..la gara è lunga!!Discesa piuttosto pericolosa,mi passano in 3 o 4, non voglio rischiare e in valle si forma un bel gruppo di 15 persone.Tiriamo tutti fino alla seconda salita dove ne raggiungiamo altri 10.Salita parecchio fastidiosa di 8km, il caldo afoso al rende ancora più faticosa.Il gruppo si spacca e resto a meta tra chi ne aveva per accelerare e chi si è capottato.Discesa di nuovo pericolosa e sporca, resto da solo in Valle Grana a inseguire tre corridori,ci riesco dopo 7-8km fatti tutti a oltre 40kmh sono stupito per avere ancora forze x l'inseguimento l'assenza dei temuti crampi!Li raggiungo e mi dicono che non tireranno a tutta perché fanno il lungo,mi danno dei cambi ma il grosso lo facciamo in due.
Arrivati a Cuneo li saluto,loro si faranno altri 90km!dei veri eroi!
Arrivo da solo raggiungendo uno che ha forato a pochi km dall'arrivo recuperando una posizione!Il fatto di trovare pochi corridori all'arrivo mi fa capire che non sono andato male!
Avrei firmato per un piazzamento nei primi 50..e mi ritrovo 35esimo e nono di categoria.
Per essere la prima gara su questa distanza e per il fatto di portare 74kg su 2650mt di dislivello non c'è male!Forse avrei potuto spingere di più sulla prima salita ma avevo dubbi sulla mia tenuta su 160km ho corso in maniera intelligente,bevendo e alimentandomi tanto e senza rischiare in discesa.
Poco dopo arriva anche Gabriele, siamo entrambi soddisfatti della prestazione e ci godiamo un gelato in piazza, stampiamo il diploma che certifica il risultato e percorriamo gli 8km che ci dividono dall'hotel
Alberto Sanvito

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per aver commentato.