Su robertogiannoni.com ci sono post e commenti

12 lug 2008

12 anni di salita

Ciao pà, sono passati 12 anni dal giorno in cui iniziasti la tua salita, non sempre ripida ma costante dove ogni giorno si nascondevano delle insidie.
Ora la salita è finita, Anna stamattina mi ha chiesto come fare per portarti i fiori in cielo, non sapendo cosa risponderle le ho proposto di guardare i cartoni.
Anche io non mi so dare delle risposte a tutto questo, mi sento come un bambino pieno di perché, perché?
Tutti mi dicono che la vita va così, prima o poi ci si passa, tu ci sei passato prima di me.
Da giovedì sera qualcosa è cambiato in modo irreversibile, a chi racconto quello che raccontavo a te?
Non sono solo, ma tu sei tu.
In questi anni, ti ho amato ogni giorno sempre di più,la tua sofferenza era anche la mia, ho cercato di fare sempre quello che era giusto per te, sbagliando a volte però sempre fatto con il cuore, se tornassi in dietro farei lo stesso ne più ne meno.
Oggi per me è dura, giovedì sera vedendoti ho sorriso, avevi smesso di soffrire, mi sentivo quasi sereno, adesso sono completamente a terra mi rendo conto che di te mi resta tutto dentro però non ci sei più.
Forse come tu mi hai insegnato c'è il momento per piangere poi viene la reazione e la razionalità e si cerca di risalire, così hai sempre affrontato le grosse difficoltà che questa vita ti ha riservato, ti ho visto piangere come un bambino e dopo motivato e convinto come un grande eroe, così facendo sei uscito da tutte le gravi situazioni.
In questi ultimi giorni non hai mai pianto, lo abbiamo fatto noi per te, ma hai lottato con tutte le tue poche forze che ti erano rimaste.
So che i tuoi umili desideri sono quelli di vederci sereni, leali e umili come tu sei sempre stato, quando troverò la serenità mi auguro di capire perché le cose sono andate così.

4 commenti:

  1. Caro Roberto,
    n abbraccio da parte mia anche se non ci conosciamo di persona. Forza.
    Ciao
    Mimmo "Volatino"

    RispondiElimina
  2. Da ciclista brianzolo ti conosco di vista e stasera per caso mi sono imbattuto in questo blog...
    tieni duro!
    francesco

    RispondiElimina
  3. Ciao Roby sono il Riga...ho scoperto solo stasera il tuo blog e leggo solo ora del dolore che ti ha colpito in questi giorni.Purtroppo ci sono passato anche io ormai 4 anni fa'...questa e' la vita e purtroppo non la possiamo cambiare.L'importante e' reagire subito e andare avanti.Certo ci saranno dei momenti tristi dove i ricordi la faranno da padroni ma bisogna esseri forti.Quando mi capitano io cerco di far passare tutto subito pensando ai momenti belli passati insieme e alle tante soddisfazioni che mi sono tolto grazie al suo aiuto.Il mio papa' e' sempre con me,me lo porto sempre dentro e sara' cosi' anche per te vedrai.Ricomiciare e' dura ma si deve ricominciare perche' se ti lasci andare....sai quanti calci nel didietro ti dara' quando lo rivedrai? Finisco facendot i complimenti per il tuo blog.Davvero bello....anche se leggendo i tuoi allenamenti ti ta' se' mat bagai...Ciao da Christian

    RispondiElimina
  4. Ciao Roberto,
    leggo solo ora la triste notizia e le tue, sensibili e toccanti, parole.
    Semplicemente: un abbraccio
    Luca

    RispondiElimina

Grazie per aver commentato.