Su robertogiannoni.com ci sono post e commenti

19 giu 2008

Kappa Marathon 15 giugno 2008

Giungo a Rivoli alle 6.15 e ha appena smesso di piovere, ma è tutto grigio e fradicio, non è incoraggiante la situazione in considerazione di dove dovremo spingerci.Per un disguido active europe (gestori iscrizioni online) non risulto iscritto, faccio notare la cosa in segreteria e quindi mi viene chiesto di farlo ex novo,compilando un modulo, e poi mettendomi in coda per essere caricato nel pc Champion chip. La cosa mi urta non poco, alle 6.40 di mattina contutto il pacco gara da ritirare e la bici cui attaccare numeri e varie (le griglie avrebbero aperto alle 7.15). C'è un bel caos, siamo almeno in trenta nelle stesse condizioni, ma alla fine dopo mille peripezie riesco finalmente ad avere un numero (addirittura di una griglia più avanti), ma è tardissimo (le griglie ormai sono già aperte da un pezzo), volo di corsa alla macchina ed entro ormai a griglie quasi piene. Il risultato cambia di poco: sono tra gli ultimi della griglia verde, e sarei stato (dato l'orario di arrivo) tra i primi della griglia gialla. Sono quasi le 8 e almeno non piove.... pronti via e sicerca di recuperare il recuperabile (i primi vanno a velocità controllata dietro auto) etra pozzanghere, spartitraffico e rotonde; grazie a diversi scatti, si rivede a fatica dopo 10km, la testa del plotone. Inizia a piovere, la strada continua a salire dolcemente, intervallata da una serie di mangia e bevi...naturalmente si perdono le ruote dei primi sulle salitelle, ma si riesce sempre a rientrare in discesa, non senza un extra bonusdi scatti e contro scatti. Ma oggi la gamba c'è, e i watt sul display tornano quelli del mese scorso (quando andavo bene).Si giunge all' attacco del col de Lys (salita 1)dopo 51km e 750mt disla quasi 34.5 di media. La affronto regolare, ad alte rpm, ritmo medio. Dopo 40' di costante ascesa al Gpm preferisco fermarmi, (siamo a 1300mt rischia di piovere e ci sono 13km di discesa da fare) e riempita la borraccia con calma, e indossato il kway perdo il gruppo con cui avevo scollinato. Ma la cosa si rivela un affare: la discesa è quanto di più tecnico si possa immaginare; la faccio tutta da solo, così posso scegliere le traiettorie migliori, e non ci sono i"pericolosi funamboli" che spesso ti sbucano da tutte le parti con rischi cadute in queste occasioni; da metà addirittura la strada si asciuga. In piano mi ricompatto con altri, e ci si porta verso il bivio medio-lungo. Qui scopro che gran parte del gruppo in cui mi trovo va per il medio e rimasti pochi intimi,affrontiamola spettacolare salita al colle Braida (salita 2) con bella esposizione e relativa vista sulla val di Susa. Non è facilissima, tira abbastanza,e ha una bella contropendenza a metà che fa perdere un buon 60mt di dislivello, ma anche su questa procedo regolare, senza strappi e senza alcun cedimento.Come ogni tanto faccio per rompere la monotonia della scalata, controllo il display, e dopo 3h ho circa la media di 30.8, con già 1600mt di dislivello accumulati, e alle spalle la salita più lunga. Dopo il Gpm e discesone facile facile... poi altro tratto di pianura e ultima salita la Colletta di Cumiana,davvero uno strappo (duro) ma di soli 2km, e qui riesco ancora ad andare a tutta in salita!!!Ora mancano solo 20km all' arrivo (col famoso km finale con il tratto al 18% di cui tanto si è parlato la vigilia) e siamo circa in un gruppo di 10! E qui purtroppo c'è un poco di rammarico, perchè bastava andar via con cambi regolari ai 35-40 con 1 min per uno a tirare e poi ce la si giocava sullo strappofinale... invece iniziano inutili tatticismi: fughe e scatti che finiscono dopo 30mt, due che si insultano vicendevolmente per non collaborare abbastanza, altri due che si toccano e cadono... insomma si spende tantissimo; poi ci si mette pure il vento e arrivo molto provato alla rotonda famosa che immette a quel km, la sbaglio (nel senso che laprendo da codice della strada, mentre tutti la tagliano) e mi ritrovo tra gli ultimi... Amen non faccio l'eroe su quel erta difficile, ormai il tempo è fatto (finisco a 39min dal primo) e nonsenza qualche crampo concludo la mia fatica di 141km con 2535mt disl in 4h43' 84ass. e 13 di cat.

Gabriele Brambilla

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per aver commentato.