Su robertogiannoni.com ci sono post e commenti

18 giu 2008

Finalmente..

Il Sole (in lingua latina Sol) è la stella madre del Sistema solare, di cui costituisce il 99,8% della massa. Attorno ad essa orbitano gli otto pianeti principali, i pianeti nani Cerere, Plutone ed Eris, i loro satelliti ed innumerevoli altri corpi minori, tra cui gli asteroidi, una grande quantità di meteoroidi, le comete, gli oggetti trans-nettuniani e la polvere diffusa per lo spazio. La radiazione solare, emessa sotto forma di onde elettromagnetiche (luce), determina i fenomeni climatici e consente la vita sul nostro pianeta; senza la luce solare non sarebbe possibile la fotosintesi clorofilliana, che produce l'ossigeno necessario per la gran parte dei viventi.
Si tratta di una stella di medie dimensioni, classificata dagli
astronomi come nana gialla, di classe spettrale è G2 V; G2 indica che la sua temperatura superficiale ha un valore di circa 5 780 K, caratteristica che conferisce alla nostra stella un colore bianco, che però appare giallo a causa dello scattering dell'atmosfera terrestre. La V (5 in numeri romani) indica che il Sole, come la maggior parte delle stelle, è nella sequenza principale; ciò significa che l'astro genera energia attraverso la fusione, nel suo nucleo, dell'idrogeno in elio, ed è in uno stato di equilibrio idrostatico, ossia non si espande (a causa della pressione di radiazione delle reazioni termonucleari), né si contrae (per via del collasso gravitazionale cui sarebbe naturalmente soggetta).La superficie solare è costituita essenzialmente da idrogeno (circa il 74% della sua massa, il 92% del suo volume) ed elio (circa il 24-25% della massa,[1] il 7% del volume), cui si aggiungono altri elementi più pesanti presenti in tracce, come Fe, Ni, O, Si, S, Mg, C, Ne e Cr.[2]
Il Sole fa parte delle oltre 100 milioni di stelle di classe spettrale G2 note all'interno della Via Lattea e supera in luminosità ben l'85% delle stelle della Galassia, gran parte delle quali sono delle deboli nane rosse.[3] Orbita attorno al centro della Via Lattea ad una distanza media di circa 26 000 anni luce e completa la propria rivoluzione in circa 225-250 milioni di anni.[4] La stella è collocata all'interno del Braccio di Orione, un braccio galattico secondario posto tra il Braccio di Perseo e il Braccio del Sagittario. Tra le stelle più vicine, poste entro un raggio di 17 anni luce, il Sole è la quinta più luminosa: la sua magnitudine assoluta è infatti pari a +4,83.[5]
Il Sole è l'unica stella la cui forma possa essere apprezzata semplicemente alla vista. Possiede infatti un diametro angolare apparente medio di 32' 03" d'arco, che varia però a seconda del punto in cui la Terra si trova durante la sua orbita: raggiunge infatti il valore massimo (32' 35") quando il nostro pianeta si trova al perielio, mentre il valore minimo (31' 31") all'afelio. Per una strana coincidenza, la combinazione delle dimensioni e della distanza dalla Terra del Sole e della Luna sono tali che essi appaiono nel cielo pressappoco col medesimo diametro apparente; tale situazione è all'origine di periodiche occultazioni della nostra stella da parte del nostro satellite naturale, che prendono il nome di eclissi solari, distinte in totali, anulari o parziali.
Se qualcuno avesse la possibilità di osservare la nostra stella da
Alfa Centauri, il sistema stellare più vicino, essa apparirebbe nella costellazione di Cassiopea, a sinistra di Segin (ε Cassiopeiae), come una stella di magnitudine 0,5.[6]

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per aver commentato.