Su robertogiannoni.com ci sono post e commenti

27 apr 2008

Resoconto giro di Sardegna prima parte

Ore 23 imbarco sul traghetto mobyline da Livorno in direzione Olbia, il tempo è pessimo su Livorno diluvia la mia preoccupazione maggiore è quella delle condizioni del mare.
Una volta saliti sul traghetto ci mettiamo subito in cabina e si cerca di prendere sonno immediatamente, fortunatamente riesco a dormire a differenza degli anni scorsi, mi sveglio solo un paio di volte perché penso di essere sulla amaca, il mare è molto arrabbiato chissà se anche lui c'è l'ha con noi ciclisti visto che è di moda.
Alle 6 la sveglia, ti buttano già dalla branda come a naja, il risveglio è traumatico, ma la contentezza di essere nella regione più bella d'Italia mi da una certa carica positiva.
Lo sbarco avviene alle 8, dopo un bel cappuccino preso nella periferia di Arzachena si prosegue per Santa Teresa di Gallura, alle 9 siamo già in hotel, non mi piace molto come impatto, alle 9,30 sono in camera e a mezzo giorno dopo aver sistemato le poche cose che mi sono portato sono già in bici ad assaporare le strade della Gallura e mi rendo immediatamente conto che tira un vento forte.


Questo giro sarà spinto da un vento forte, a questo punto mi chiedo se non sia meglio la pioggia, la risposta è no, perché sarebbe accompagnata lo stesso dal vento.
Dopo aver pranzato alla buona sul terrazzo della camera con vista sull' isola di Caprera, spettacolare, vado a ritirare il mio pacco gara, sono molto sorpreso in positivo dall' ottima organizzazione raggiunta quest' anno, niente coda risposta immediata, direi un inizio migliore di questo non mi era mai capitato in 4 anni, molto bene.
Mi metto un po' al sole la voglia di scoprirsi è tanta dopo un lungo inverno, purtroppo il vento è freddo e ci deve subito ricoprire, per l' abbronzatura mi sa che dovrò rimandare più in là.
Arriva l' ora di cena carica di carboidrati per il giorno dopo, e poi a nanna presto.

20 Aprile gran fondo Sardegna km 114 dislivello 1500 mt circa, è il circa che non mi convince.
La sveglia la punto alle 6,30, la partenza è prevista per le 9,15, che levataccia!
Di corsa a colazione, direi di pessima qualità, mi devo arrangiare c'è poco che mi ricordi le mie normali colazioni pre gara, devo cercare un alternativa, yogurt, fette biscottate con confettura di marmellata e nemmeno il tea devo accontentarmi del caffè molto lungo.
In qualche modo mi arrangio, mi preparo due borracce da 200 calorie con malto destrine e sali, taglio una barretta a pezzetti in modo da facilitare poi l' assunzione durante la gara, e via un bel massaggio riscaldante alle gambe e si parte per la griglia.
Odio le GF per tutto il tempo che si deve perdere in griglia, fortunatamente sono abbastanza davanti sarò intorno alla 50esima posizione, il freddo inizia a farsi sentire, non sono organizzato per andare in griglia coperto e scoprirmi prima di partire, mi arrangio con una mantellina anti vento che mi tolgo pochi minuti prima della partenza, tenere le gambe al caldo è molto difficile.
Ci si raffredda e la partenza avviene a tutta, fortunatamente dopo 500 mt a tutta mi trovo nelle prime posizioni e accenno anche a qualche tentativo, si parte come in una gara amatoriale scatti e contro scatti e in un attimo il gruppo è già rotto, restiamo davanti circa in 50, poi dopo 10-15 km si rallenta e da dietro tutti i migliori che erano rimasti intrappolati in griglia rientrano tutti.
La prima parte del percorso è vallonata con vento che soffia contro e laterale, nelle discese si raggiungono delle belle velocità.
In gruppo ho una buona sensazione, la velocità però cala, arriva la prima salita e mentalmente non sono molto convinto delle mie possibilità tengo duro ma non a sufficienza scollino con 200-300 mt di ritardo dal gruppo dei migliori, pensando di recuperare poi in discesa, mi accorgo invece di non riuscire a scendere come si deve resto a bagno Maria per alcuni km, non riesco a rientrare, alzo bandiera bianca, alla fine restiamo in 4 e arriviamo in fondo.
Non sono molto contento della prestazione perché non ho osato ho alzato troppo presto bandiera bianca, e purtroppo trovo una nuova limitazione la discesa.
Finisco la gara con un crampo alla gamba sinistra, torno in albergo e cerco di recuperare, ormai il giro e le minime ambizione per la classifica finale sono andate a farsi benedire.
Km totali 132, piazzamento 75° assoluto e 26° di categoria.

Passata la prima tappa tutto poi si svolge molto più rapidamente, il tempo vola e via via anche le gare, si passano mesi in attesa del giro e in un attimo vola via, che amarezza!


Segue.....

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per aver commentato.