Su robertogiannoni.com ci sono post e commenti

29 mar 2008

Corbetta il mio resoconto

Finalmente giornata primaverile, si parte in corto.
Siamo veramente in tanti oggi, penso che in tanti hanno fatto la mia scelta di fare ferie il pomeriggio per correre con la speranza di trovare poco gente, invece le corse infrasettimanali sono sempre più frequentate.
Il livello dei partenti è molto alto, si parte "tutti in sieme" cadetti-veterani, durante il trasferimento dalla bella piazza di Corbetta iniziano i primi disguidi, le macchine apripista restano dietro ai corridori, raggiunto il percorso la seconda macchina non riesce a risalire il gruppo, fortunatamente la prima si mette davanti, ma nel tratto dove la strada stringe ci troviamo un camion da cava di fronte bloccata generale del gruppo e retro del camion per farci passare.
La corsa entra subito nel vivo andature molto sostenute, il percorso è facile due rettilinei lunghi un curva a gomito da fare molto piano e poi giù a rilanciare la velocità, leggero vento in faccia nel primo rettilineo e vento a favore nel rettilineo parallelo di ritorno.
Il gruppo si screma ad ogni giro, dobbiamo percorrere il circuito per 14 volte, all' inizio sembra non passare mai, guardo il contachilometri la velocità è sempre prossima ai 50 orari e i km fatti sono sempre pochi.
Non riesco mai ad entrare nel vivo della corsa e subisco entrando in quella fase dove se sto coperto sto bene mentre se oso fatico, un qualcosa dentro di me mi porta a stare sulla difensiva, il gruppo marcia sempre compatto, i tentativi di fuga sono sempre uno dietro l' altro, così la velocità media rimane veramente alta fino all' ultimo giro quando alcuni riescono ad avvantaggiarsi e il gruppo demorde.
Le mie conclusioni buon allenamento ho fatto almeno 28 ripetute sui cambi di ritmo mantenendo poi la velocità molto alto come fare dietro motori.


per foto e classifiche:
http://www.ciclismoaltomilanese.com/2008/3marzo/corbetta/corbetta.htm

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per aver commentato.